Scambio termico

Scambiatori di calore a superficie raschiata

Soluzioni di processo

Soluzioni di recupero gas di scarico marittimi

Soluzioni di tutela ambientale

Soluzioni per la produzione di olio di semi

Soluzioni per la refrigerazione

Soluzioni per l'acqua di zavorra

Cerca all'interno di pagine e documenti

Are you looking for Spare Parts information?

Richiedi di essere contattato da Alfa Laval Italy

Perfavore selezione la tua nazione

Scambiatori di calore a piastre saldobrasati

Gli scambiatori di calore a piastre saldobrasati forniscono un efficiente trasferimento di calore con il minimo ingombro. Hanno un lungo ciclo di vita, sono esenti da manutenzione e resistono sia alle alte temperature che a pressioni estremamente elevate. Gli scambiatori di calore a piastre saldobrasati sono impiegati in un'ampia gamma di applicazioni compreso raffreddamento, riscaldamento, evaporazione e condensazione. Qua sotto puoi trovare tutti i nostri modelli.

heat_transfer_brazed_plate_heat_exchangers_640x360.png
  • Prodotti correlati
  • Servizi correlati

Il primo scambiatore di calore a piastre Alfa Laval fu introdotto nell'industria casearia nel 1931. Sviluppando la tecnologia del tradizionale scambiatore di calore a piastre guarnizionate, Alfa Laval introdusse il primo scambiatore di calore a piastre saldobrasato nel 1977 e da allora lo ha constantemente sviluppato ottimizzandone le prestazioni e l'affidabilità.

Scambiatori di Calore Saldobrasati

Gli scambiatori di calore a piastre saldobrasati offrono numerosi vantaggi. La tecnologia saldobrasata elimina la necessità di tenute e piastre del telaio spesse; offre, inoltre, un'eccellente resistenza alla pressione e alla fatica termica in un'ampia gamma di applicazioni di riscaldamento e raffreddamento. 

Gli scambiatori di calore saldobrasati di Alfa Laval spesso rappresentano la prima alternativa naturale in tutto il mondo.

Progettati per resistere alle condizioni più difficili

In qualità di produttore leader mondiale, Alfa Laval vanta una lunga esperienza di progettazione di scambiatori di calore saldobrasati in grado di resistere a condizioni estreme di pressione e fatica termica. Anni di ricerca e sviluppo, soluzioni esclusive brevettate e design innovativo dei prodotti combinati a un vasto programma di prove garantiscono allo scambiatore di calore a piastre saldobrasate Alfa Laval una durata e un ciclo di vita impareggiabili.

Un’ampia gamma di soluzioni. 

Gli scambiatori di calore Alfa Laval sono disponibili in un’ampia gamma di dimensioni e capacità. Sono presenti diverse tipologie di piastre e connessioni per differenti applicazioni e lo scambiatore a piastre saldobrasati può essere progettato a uno, due o a più passaggi. Abbiamo la soluzione ideale per ogni specifica esigenza. È possibile scegliere lo scambiatore di calore con configurazione standard, oppure un’unità progettata in base alle esigenze specifiche. La scelta è esclusivamente del cliente.

Teoria dello scambio termico

Uno scambiatore di calore è un'apparecchiatura che trasferisce in continuazione calore da un fluido a un altro.

Esistono fondamentalmente due tipi principali di scambiatore di calore:

  1. lo scambiatore di calore diretto, dove entrambi i fluidi sono in contatto diretto l'uno con l'altro, ovviamente senza che siano miscelati tra loro. A titolo esemplificativo potremmo citare la torre di raffreddamento, dove l'acqua è raffreddata tramite contatto diretto con l'aria;
  2. lo scambiatore di calore indiretto, dove i due fluidi sono separati da una parete tramite la quale avviene lo scambio termico.

Come si trasferisce il calore?

Il calore può essere trasferito tramite tre metodi:

  1. Radiazione: l'energia è trasferita tramite radiazioni elettromagnetiche. Un esempio è rappresentato dal riscaldamento della Terra da parte del sole.
  2. Conduzione: l'energia è trasferita tra solidi o fluidi stazionari tramite il movimento di atomi o molecole
  3. Convezione: l'energia è trasferita miscelando una parte di fluido con un'altra parte.

Bisogna distinguere:

  • Convezione naturale, dove il movimento del fluido dipende interamente dalla differenza di densità, mentre le differenze di temperatura sono equilibrate.
  • Convezione forzata, dove il movimento del fluido dipende interamente o parzialmente da un'influenza esterna. Un esempio può essere una pompa che provoca il movimento di un fluido. 

Tipi di scambiatore di calore

In questo contesto sono descritti solo gli scambiatori di calore indiretti, cioè quelli nei quali i fluidi non sono miscelati, ma in cui il calore è trasferito attraverso sueperfici apposite. 

Nel considerare gli scambiatori di calore descritti in questo contesto, le perdite di temperatura tramite radiazione possono essere trascurate. Gli scambiatori di calore indiretti sono disponibili in diverse tipologie:

Nella maggior parte dei casi, il tipo a piastre risulta lo scambiatore di calore più efficiente. Generalmente, esso rappresenta la soluzione migliore per i vari problemi termici, offrendo i più ampi limiti di temperatura e pressione nell'ambito delle limitazioni dell'apparecchiatura attuale. I vantaggi più evidenti di uno scambiatore a piastre sono:

  • ingombro notevolmente ridotto rispetto a uno scambiatore a fascio a tubiero tradizionale
  • materiale sottile per la superficie di scambio termico: considerando che il calore deve attraversare un materiale molto sottile, lo scambio termico è elevato.
  • Forte turbolenza del fluido: l'elevata convezione garantisce uno scambio termico efficiente tra i fluidi. La conseguenza di questo coefficiente di scambio del calore per superficie unitaria non è solo una questione di superficie ma anche una questione di funzionamento più efficiente.
    L'elevata turbolenza produce anche un effetto autopulente. Quindi, confrontato con lo scambiatore di calore a fascio tubiero tradizionale, lo sporcamento delle superfici di scambio termico è considerevolmente ridotto. Questo significa che lo scambiatore di calore a piastre può rimanere in funzione più a lungo tra gli intervalli di pulizia.
  • Flessibilità: lo scambiatore di calore a piastre è composto da una struttura contenete diverse piastre di scambio termico. Può essere ampliato facilmente per aumentare la capacità. Inoltre è facile da aprire per eseguire interventi di pulizia. (valido solo per gli scambiatori di calore con guarnizioni e non per unità saldobrasate o in tecnologia di fusione).
  • Lunghezza termica variabile: la maggior parte degli scambiatori di calore a piastre prodotti da Alfa Laval è disponibile in due diverse geometrie (H e L). Quando la piastra ha una conformazione di tipo H, la perdita di carico è superiore e lo scambiatore di calore è più efficiente. Questo tipo di scambiatore di calore è dotato di un'elevata lunghezza termica.
    Quando la piastra presenta una conformazione di tipo L, la perdita di carico è inferiore e, di conseguenza, il coefficiente di scambio termico è minore. Questo tipo di scambiatore di calore è dotato di una ridotta lunghezza termica
    Quando due piastre con due geometrie diverse sono poste l'una accanto l'altra, ne risulta un compromesso a livello di lunghezza termica e, di perdita di carico ed efficienza.

Riscaldamento e raffreddamento 
Scarica il nostro manuale cliccando qui o sull'immagine

Riscaldamento e condizionamento
Scarica il nostro manuale cliccando qui o sull'immagine

Oppure sfoglia i cataloghi on line cliccando su questi link:

 

Soluzioni igieniche

Scarica il catalogo completo

 Catalogo soluzioni igieniche scambiatori di calore, prezzi scambiatori di calore, valvole, pompe

Informazioni

Preventivo per Scambiatori di calore a piastre saldobrasati