Produzione di acido cloridrico | Alfa Laval

Produzione di acido cloridrico

Costi in aumento, normative e fabbisogno alimentare mondiale spingono i produttori di fertilizzanti NPK a migliorare l’efficienza, ma la complessità dei processi e l’ambiente corrosivo complicano la situazione. Per i fertilizzanti mono e multicomponente gli scambiatori di calore a piastre Diabon® di Alfa Laval sono affidabili, durevoli, resistenti alla corrosione e ideali per incrementare la produttività.

NPK 640x360

Miglioramento dell’efficienza nella produzione di fertilizzanti NPK (acido cloridrico)

La produzione di fertilizzanti NPK (acido cloridrico) si basa sulla miscelazione di percentuali precise di azoto, fosforo e potassio in ambienti particolarmente corrosivi. Con Alfa Laval è possibile aumentare i tempi di attività, incrementare il recupero del calore e ottenere rapidi ritorni degli investimenti.

La gamma di scambiatori di calore Diabon® di Alfa Laval utilizza delle speciali piastre in grafite con eccellenti proprietà di resistenza alla corrosione, utilizzabili anche negli ambienti più aggressivi assicurano una lunga durata e tempi massimi di attività, riducendo i rischi causati da incrostazioni, sollecitazioni e sforzi.

Compatti e flessibili, i nostri scambiatori di calore Diabon a piastre di grafite in genere occupano il 40% dello spazio necessario agli scambiatori di calore a fascio tubiero e agli scambiatori di grafite analoghi. Permettono quindi di liberare spazio prezioso e sono facili da installare negli spazi ristretti per aumentare la capacità degli impianti esistenti.  

Gli efficienti scambiatori di calore a piastre Diabon® consentono allo stabilimento Belga di ottenere la “licenza di operare”.

Un obsoleto sistema di raffreddamento rischiava di bloccare il trattamento dei reflui contaminati da acido cloridrico presso l’impianto di produzione di fertilizzanti a base di solfato di potassio di Tessenderlo Chemie ad Ham in Belgio, mettendo a rischio la redditività dello stabilimento. Alfa Laval ha risolto il problema. 

Leggi il caso di successo (ENG)