Trattamento delle acque reflue biologiche | Alfa Laval

Trattamento delle acque reflue biologiche

Molti tipi di trattamenti delle acque urbane si scontrano con numerose difficoltà legate, ad esempio, a criteri di scarico sempre più severi e ad una insufficiente capacità con scarsa possibilità di espansione. Altri si concentrano sulla depurazione dell'acqua a vantaggio della comunità locale. Alfa Laval offre diverse tecnologie innovative, flessibili e ad alta efficienza per il trattamento biologico delle acque reflue come alternative ai metodi più tradizionali.

Biological wastewater treatment 640x360

Trattamento delle acque reflue – una risorsa idrica non sfruttata

Le tecnologie Alfa Laval per il trattamento biologico delle acque reflue sono ideali per eliminare nutrienti, materiali organici, grassi, olii FOG (Fats, Oils & Grease) ed altre micro particelle e sostanze indesiderate. Queste tecnologie si distinguono per l'elevato grado di efficienza e flessibilità ed il ridotto impatto ambientale, con tutte le fasi in un unica vasca.

Laddove il flusso degli influenti ed i carichi organici sono variabili e le normative sugli effluenti decisamente stringenti, il reattore SBR Alfa Laval AS-H con il nostro brevettato decanter galleggiante rappresenta un'ottima scelta per il trattamento biologico secondario. È possibile utilizzarlo in combinazione con il filtro per il trattamento terziario Alfa Laval AS-H Iso-Disc® per produrre effluenti di qualità per il riutilizzo dell’acqua (5-10 µm) con basse concentrazioni di solidi sospesi (<5 mg/l ) e di BOD (<10 mg/l) ad una velocità di 10-15 m3/h/m2

In alternativa, installare il sistema bioreattore MBR Alfa Laval "all-in-one" che gestisce sia il trattamento secondario che quello terziario e produce effluenti di altissima qualità (efficace filtrazione fanghi a 0,01 µm), ideali per il riutilizzo dell’acqua. Si ottengono basse concentrazioni di solidi sospesi (<1 mg/l) e di BOD (<5 mg/l) e l'area di filtrazione è di 5-40 litri/h/m2 Il design ad efficienza energetica, senza pompe e a gravità, con moduli di filtrazione a membrana (MFM) compatti, si basa sulla nostra brevettata tecnologia "hollow sheet" (membrane piane cave). Rispetto ad altre soluzioni MBR, offre condizioni di maggiore sicurezza e semplicità di funzionamento garantendo costi di gestione e manutenzione ridotti.

Acque reflue – una risorsa idrica non sfruttata  

Sempre più persone iniziano a rendersi conto che le acque reflue possono anche essere una risorsa idrica preziosissima. Sono tante le ragioni per prendere in debita considerazione il riutilizzo delle acque reflue urbane e industriali biologicamente trattate: Si aumentano le risorse idriche, si riduce il prelievo di nuova acqua dalle falde e si limitano i carichi degli effluenti nella rete fognaria.

L'acqua depurata può essere riutilizzata in vari modi: nei processi industriali, nelle torri di raffreddamento, come acqua di lavaggio; per l'irrigazione di superficie di terreni agricoli, vigneti e campi da golf; in laghi artificiali, aree umide, habitat naturali e per l'incremento dei flussi d'acqua ed il ravvenamento delle acque.

Se dopo quanto fatto con i sistemi di filtrazione Alfa Laval MBR e AS-H Iso-Disc, si procede ad un ulteriore trattamento finale mediante radiazione UV, ultrafiltrazione, nanofiltrazione, osmosi inversa, carbone attivo, ozono o aggiunta di cloro, le acque depurate possono essere utilizzate anche come fonte di acqua potabile.

Acque reflue - una risorsa non sfruttata

Dobbiamo renderci conto che le acque reflue possono essere anche una risorsa idrica. Ci sono molte buone ragioni per considerare il riutilizzo delle acque urbane e industriali reflue trattate biologicamente: aumentare le risorse idriche, ridurre l'estrazione di nuova acqua e limitare gli scarichi nelle fogne.

L’acqua purificata può essere utilizzata per numerose applicazioni, ad esempio: acque di processo industriale, torri di raffreddamento e acqua di lavaggio; irrigazione di superficie delle colture, vigneti e campi da golf;  laghi, zone umide, habitat della fauna selvatica, potenziamento dei flussi fluviali e ripristino della falda acquifera.

L'acqua trattata con  i sistemi di filtrazione, Alfa Laval MBR e Alfa Laval AS–H Iso-disc, può anche essere utilizzata come acqua potabile se, nello stadio finale di filtrazione finale,  viene per esempio trattata con: radiazioni UV, ultrafiltrazione, nanofiltrazione, osmosi inversa, carboni attivi, ozono o cloro.