Produzione di petrolio responsabile in Amazzonia

La giungla peruviana è un ambiente delicato, remoto e inaccessibile. In che modo è possibile estrarre greggio pesante in un'area in cui i requisiti di protezione ambientale e di affidabilità e facilità di manutenzione delle apparecchiature sono così elevati?

DATA 2017-08-25 AUTORE DAVID NIKEL FOTO PERENCO, GETTY

Quando furono scoperti nuovi giacimenti petroliferi in uno dei luoghi più inaccessibili del pianeta, nella profonda Amazzonia, nel 2006 si trattò dei primi giacimenti petroliferi resi operativi in Perù in 30 anni.

Al Blocco 67, in piena foresta amazzonica peruviana, in uno dei luoghi più inaccessibili del mondo, Perenco sta estraendo greggio pesante, un'attività ritenuta in precedenza antieconomica a causa delle difficoltà di estrazione dovute all'alta viscosità del terreno. Una volta estratto, per poter essere usato il greggio pesante richiede una lunga lavorazione.

La sfida principale che Perenco si trova ad affrontare è lavorare il materiale estratto in modo da portarlo a un contenuto d'acqua pari all'1%. I metodi tradizionali, come i trattamenti elettrostatici e chimici, con i loro requisiti di spazio e calore, in questo ambiente non sono utilizzabili. L'ispirazione da cui è nata la soluzione ha un'origine insolita, il premio Oscar Kevin Costner, e le apparecchiature sono di Alfa Laval.

 

SOLUZIONE TECNICA - La separazione del greggio al Blocco 67

  • Da oltre 100 anni la separazione dell'olio dall'acqua avviene mediante l'uso di centrifughe, ma il loro impiego nella produzione di greggio rappresenta un'applicazione nuova.
  • Nell'impianto di produzione Perenco, in Perù, il processo di separazione principale consiste in quattro stadi.
  • Il processo di espulsione dell'acqua libera rimuove la maggior parte dell'acqua libera dal flusso prima del successivo trattamento.
  • Il liquido parzialmente deidratato viene riscaldato e degassato, quindi fatto entrare nella centrifuga a dischi. Permettendo di evitare l’uso di prodotti chimici, la centrifuga, in grado di produrre una forza fra i 5.000 e gli 8.000 G, separa il petrolio dall'acqua in una minima frazione del tempo impiegato dai metodi tradizionali. L'acqua, più densa, si raccoglie nell'area periferica mentre il petrolio, più leggero, rimane al centro. Entrambe le sostanze vengono rimosse e il processo continua.

PRODOTTO - Modulo di depurazione dell'olio

Il Modulo di depurazione del petrolio (OCM) di Alfa Laval esegue una rapida ed efficace separazione dei componenti (olio, acqua e fango) negli oli minerali lubrificanti e idraulici. 

Sistema di centrifuga a pila di dischi OFX 20 Alfa Laval

OIl and gas production

FACTS

4 dati sul greggio pesante 

  • Il greggio pesante è altamente viscoso e non riesce a scorrere con facilità verso i pozzi di produzione.
  • La densità del greggio è misurata come densità API, una scala stabilita dell'Istituto americano del petrolio (API) che misura il peso del petrolio liquido rispetto all'acqua.
  • Maggiore è la densità API, più leggero è il greggio. Il petrolio liquido con una densità API inferiore ai 20° è considerato greggio pesante.
  • Separare l'olio minerale dall'acqua è più difficile quando la differenza di densità fra l'acqua e l'olio è bassa. La soluzione di Alfa Laval gestisce la situazione senza un uso eccessivo di calore o prodotti chimici.

Ulteriori informazioni sulla soluzione di Alfa Laval

Il sistema di centrifuga a pila di dischi OFX 20 di Alfa Laval è progettato specificamente per fornire al settore petrolifero un modo altamente efficiente per rimuovere acqua e solidi dal greggio pesante – 

Comunicato stampa: Alfa Laval si aggiudica un ordine da 85 milioni di corone svedesi per la lavorazione di petrolio e gas grazie a una nuova tecnologia rivoluzionaria

Nella giungla siamo solo ospiti. Nei pressi del Blocco 67 non c'è popolazione eccetto poche comunità di indigeni. Siamo nel mezzo della foresta vergine perciò abbiamo il dovere di ridurre al minimo l'impatto ambientale. Ogni decisione viene presa nell'ottica di ridurre al minimo i segni del nostro passaggio.” 
BENJAMIN BARRAUD,
PERENCO
Il sistema è molto flessibile e, quando sabbia o sedimenti si depositano nei macchinari, l'operatore è in grado di risolvere il problema e riportare la macchina in funzione entro due ore.” 
BENJAMIN BARRAUD,
PERENCO