Perché essere sostenibili fa bene agli affari

Un'opportunità potenziale di 12 trilioni di dollari attende aziende che adottano e adattano le proprie attività commerciali agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

DATA 2019-04-29

FINO A POCO tempo fa, essere un'azienda “verde” sembrava più una questione di apparenza che di sostanza. Ma la preoccupazione dell’opinione pubblica per i cambiamenti climatici e per altre problematiche ambientali e sociali ha costretto le imprese a inserire le pratiche sostenibili nella propria agenda. Oggi la sostenibilità è una priorità strategica per molte
multinazionali. A guidare questo cambiamento sono iniziative come gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite: 17 obiettivi concordati nel 2015 tra 193 paesi per affrontare la povertà, la disuguaglianza e il cambiamento climatico entro il 2030. Gli OSS sono stati adottati a livello governativo, ma non  è pensabile che questa sfida possaessere vinta con il solo lavoro delle pubbliche amministrazioni. L’impegno dell'imprenditoria mondiale è fondamentale. “Le imprese sono essenziali per realizzare gli OSS”, afferma Astrid von Schmeling, consulente senior di Purple Ivy, società di Stoccolma specializzata in sostenibilità. “Il successo dipende dalla loro capacità di sviluppare prodotti e soluzioni scalabilie integrare profondamente gli OSS nelle proprie strategie”. Questo non è necessariamente un processo oneroso. Anzi, alcuni esperti suggeriscono che le grandi aziende prevedono grandi guadagni dall’adozione degli OSS e dalla transizione a modelli di business veramente sostenibili. La Business & Sustainable Development Commission, organizzazione non-profit istituita per realizzare il business case degli OSS e formata, tra gli altri, da eminenti rappresentanti del mondo imprenditoriale, ha stimato opportunità pari a 12 trilioni di dollari per le aziende che adottano gli OSS e vi allineano le proprie attività.In realtà la valutazione di 12 trilioni di dollari si riferisce a soli quattro ambiti di applicazione, cioè il settore energetico, le città, l'alimentazione e l'agricoltura, la salute e il benessere. Prospettive altrettanto redditizie potrebbero profilarsi in altre aree.

Why going sustainable is good for business

PETER BAKKER, presidente e CEO del Consiglio mondiale delle imprese per lo sviluppo sostenibile (WBCSD) con sede a Ginevra, sottolinea la potenza di questa opportunità: “Le aziende che riescono a integrare gli OSS nelle proprie strategie saranno in grado di anticipare gli sviluppi normativi e le tendenze future e di attingere a nuovi mercati in crescita”. Dunque le multinazionali si stanno affrettando a integrare gli OSS nelle strategie aziendali per partire avvantaggiate in questa nuova corsa all’oro? Non proprio. Finora, le grandi aziende si sono mosse con una certa lentezza. Tuttavia, una relazione di gennaio 2018 della società di servizi professionali PwC suggerisce un aumento dei livelli di adozione degli OSS. Tre aziende su cinque oggi ritengono che gli OSS siano abbastanza importanti da includerli nei report aziendali, mentre oltre un quarto delle aziende ha fissato target quantitativi per gli OSS nel 2017 e li ha associati all'impatto sociale. Quale potrebbe essere, quindi, il modo migliore di affrontare questa sfida da parte delle imprese?

JOHN ELKINGTON, guru della sostenibilità globale e responsabile della società di consulenza Volans nel Regno Unito, afferma che le imprese devono cambiare la mentalità strategica. “Gli OSS sono un programma assai più radicale di quanto la maggior parte degli imprenditori abbia compreso”, dice. “Implicano un cambiamento esponenziale di mentalità e di ambizioni e il passaggio dall'attuale focus sugli impatti negativi dell’attività economica alla creazione deliberata di impatti positivi”.

 

Sembra che, le imprese orientate agli obiettivi di sviluppo della sostenibilità, potrebbero ottenere un vantaggio competitivo, rispetto ai concorrenti, che non ne capiscono contributo, consentendo loro di anticipare i nuovi interventi strategici e rivedere le proprie strategie in modo più intelligente. Quelli che lo fanno potrebbero diventare dei pionieri di un cambiamento radicale nel tessuto economico globale. "Siamo in una sorta di U-bend storico, in cui un vecchio ordine economico si sta disfacendo intorno a noi e ne forma uno nuovo", afferma John Elkington. "Queste transizioni accadono forse una volta nella vita umana e potenzialmente offrono l'opportunità di trasformare radicalmente il modo in cui operano capitalismo, mercati e imprese.

Seguici su  Follow Alfa Laval on Facebook  Follow Alfa Laval on LinkedIn

Alfa Laval contribuisce agli obiettivi globali

Le Nazioni Unite hanno adottato 17 obiettivi di sviluppo sostenibile per il 2030, noti come obiettivi globali, che i leader mondiali si sono impegnati a raggiungere. Ora tocca alle aziende come la nostra portarci lì.

Scopri come il business principale di Alfa Laval contribuisce agli Obiettivi Globali

Rapporto Sostenibilità 2018

sustainability_report2018_200x285.jpgIl rapporto evidenzia i nostri obiettivi in diverse aree di sostenibilità, i nostri progressi annuali e come i nostri prodotti e soluzioni possono contribuire allo sviluppo sostenibile.

Leggi i momenti salienti, tuffati nei casi e quando hai finito - non dimenticarti di dirci cosa ne pensi!

 

Sustainability Report 2018

"Gli SDG sono un'agenda più radicale di quanto la maggior parte degli imprenditori non si siano mai resi conto"

JOHN ELKINGTON esperto sostenibilità globale

Il business è coinvolgente con gli SDG?

 

  • Il 71% delle aziende afferma di aver già pianificato come si impegneranno con gli SDG
  • Il 62% delle aziende menziona gli OSS nei loro rapporti
  • Il 37% delle aziende ha selezionato gli SDG prioritari
  • Il 79% delle aziende che attribuiscono priorità agli SDG ha scelto SDG 13 Climate Action
  • Il 28% delle aziende stabilisce obiettivi quantitativi e li collega all'impatto sociale
  • Il 13% delle aziende ha identificato gli strumenti necessari per valutare il loro impatto rispetto agli SDG
  • Il 41% delle aziende afferma di incorporare gli SDG nella propria strategia entro cinque anni
  • Il 90% dei cittadini afferma che è importante che le aziende si iscrivano agli SDG.

Fonte: World Economic Forum, PwC SDG Reporting Challenge 2017